Amatori… sei tornato a cAsA!

Si torna in A1 dopo 17 anni.

VERCELLI – E’ quasi impossibile trasformare in parole le emozioni. L’Amatori torna in seria A1 e una città di scopre, nuovamente, innamorata dei colori gialloverdi. E’ notte fonda mentre scriviamo questo pezzo. Il sonno allaga mente e occhi, eppure le emozioni restano quelle di poche ore prima. L’attesa, la partita, il sogno che si avvera. Grazie Amatori! Grazie per le emozioni che ci hai fatto vivere in una serata di primavera. Grazie per quello che solo tu sai regalare. Un palazzetto gioioso, vero, sincero. Una squadra formata da uomini, quelli con la U maiuscola. Un pubblico incredibile. Ecco, in una nottata insonne, caro Amatori non possiamo che ringraziarti per quello che ci hai regalato.

Grazie a ragazzi straordinari.

Grazie a David Domench Valls, il sorriso stampato sulle labbra e portiere di cui sentiremo parlare molto in futuro. Grazie a Ferruccio Pasciullo, la riserva silenziosa ma sempre pronta quando è stato chiamato in causa. Grazie ad Alex Raffaelli, persona di poche parole ma di grandi fatti. Grazie ad Andrea Perroni, ragazzo che qualunque madre vorrebbe fidanzato della propria figlia. Grazie a Matteo Farina, uomo dalle poche parole, educato a trascinatore. Grazie a Mattia Milani, folletto in campo e fuori. Grazie a Samuele De Pietri, il capitano, colui che la faccia la sempre messa. Grazie a Marco Motaran, il cuore gialloverde di questa squadra e ragazzo straordinario. Grazie a Beppe Tarsia, panchinaro per tutta la stagione ma mai una parola fuori posto. Grazie a Nicola Fiorentino, uno che voleva vestire questa maglia e che ne andato orgoglioso.  

Pino e Toro, non ci sono parole….

Un grazie enorme a due persone che hanno sposato la causa gialloverde senza porsi domande, Pino Marzella e Gianni Torazzo. Il primo saluta Vercelli dopo averle regalato un sogno. Il secondo, invece, porta nel cuore la storia di questa società e non potrebbe essere altrimenti. A loro due deve andare un abbraccio speciale. Di quelli che ti lasciano senza fiato.

Quelli che…dietro le quinte. 

Grazie a chi ci ha creduto, sempre e comunque. Ai tifosi, impareggiabili e commoventi. Ai dirigenti che in questi anni di “vacche magre” sono riusciti a far approdare in porto questa nave. Grazie a Bruno Pasciulllo, a Roberto Giraudi, a Mirco Brizzi e a tutte quelle persone che dietro alle quinte hanno lavorato, seriamente.

Davide e gli altri… 

E’ notte fonda, i tasti del computer sono macigni. Apro la cartella delle immagini di questa straordinaria serata e mi ritrovo immerso in mille pensieri. Gli abbracci con Davide Costanzo e con Andrea Rampazzo, due di quelli che c’erano quando la barca stava affondando. Gli abbracci con i tifosi e le tifose con le quali abbiamo condiviso una stagione straordinaria.

Lassù hanno festeggiato. 

Suona il telefono. Rispondo e dall’altra parte della cornetta ci sono mille voci. Arrivano dal Paradiso. Ci sono quelle di mia nonna (mamma mia, ogni sabato voleva sapere cosa aveva fatto l’Amatori…), quelle di Paolo Torazzo, di Giuseppe Domenicale, di Milli Milani, di Tino Mortara, di Beppe Molteni, di Massimo Pregnolato, di Jaime Cardoso e di tanti altri. Stanno facendo festa, lassù… Mi affaccio alla finestra e vedo una nuvola coprire la luna. La fisso, mi sorride. E’ il loro sorriso, di quelli che dalla tribuna più bella che ci sia, questa sera, hanno gioito… E’ notte fonda, il letto mi attende ma, caro Amatori, stai certo che questa nottata non potrò mai scordarla.

La luna è gialloverde. 

Grazie vecchio cuore gialloverde e continua a battere forte perché la tua gente ti adora. Buona notte Vercelli. Domattina ti sveglierai in serie A… quel sogno che aspettavamo da troppi anni. E come scrisse qualcuno: «La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare».   (a.b.)   (29/04/18 – 4,40) 

DOMANI SERVIZI SPECIALI CON FOTO E VIDEO DELLA GRANDE FESTA GIALLOVERDE