Ripescaggi in B: conferenza stampa senza Pro, Ternana e Novara

Ha parlato solo il Catania.

VERCELLI (a.b.) Conferenza stampa oggi pomeriggio, venerdì 10 agosto, a Roma contro la ventilata ipotesi di una serie B a 19 squadre senza la presenza di Pro Vercelli, Novara e Ternana. Ha parlato esclusivamente il direttore generale del Catania, Pietro Lo Monaco, che ha utilizzato parole durissime nei confronti della Figc e del commissario Fabbricini: «Quello che si sta configurando è un vero e proprio golpe, in barba alle regole. Le società hanno versato quasi 2 milioni di euro per richiedere i ripescaggi e oggi saltano le regole. Noi andremo avanti fino alla morte e riteniamo responsabile della situazione il commissario Fabbricini. Siamo pronti a bloccare tutti i conti della Figc. Il sistema calcio, tra le altre vose, ha accettato che una proprietà di serie A possa possedere anche una squadra di serie B. Non è normale». Alla conferenza stampa era presente anche un rappresentante del Siena che però non ha preso la parola, restando molto defilato dal contesto. In pratica, inutile negarlo, è stata una conferenza del solo Catania. Lo Monaco ha anche affermato che si attende stasera, o al più tardi domani, i nomi delle squadre ripescate in serie B.